Lo sviluppo della città di Caserta attraverso una stretta collaborazione con l’Agenzia del Demanio e la Regione Campania, prospettando la riutilizzazione di spazi di proprietà statale da affidare al Comune. Questo sarà il tema principale del convegno in programma lunedì 23 maggio alle ore 15,30 presso il Circolo Nazionale di piazza Margherita a Caserta e che riunirà attorno a un tavolo, al fianco del candidato sindaco di Caserta per la coalizione di centrosinistra, Carlo Marino, il sottosegretario alla Difesa, Gioacchino Alfano, il direttore dell’Agenzia Nazionale del Demanio, Roberto Reggi, e il vicepresidente della Regione Campania, Fulvio Bonavitacola.

Un incontro importante nel corso del quale sarà fatta anche una panoramica sui numerosi siti di proprietà demaniale (anche del demanio militare) che sono stati dismessi o sono in via di dismissione e che potranno essere acquisiti al patrimonio comunale per poi essere riutilizzati.

«Non possiamo immaginare – ha spiegato il candidato sindaco di Caserta per la coalizione di centrosinistra, Carlo Marino – una riqualificazione della città e una sua attrattività turistica senza mettere in stretto rapporto la città stessa con i beni demaniali, siano essi di proprietà dello Stato o della Difesa, e con gli investimenti che la Regione Campania si impegna a fare. I beni demaniali rappresentano una grossa opportunità per noi, in quanto si potrebbero recuperare spazi importanti da utilizzare per progetti di sviluppo reali per la città».